Cosa significa in realtà la lettera X nella parola Xmas?

Oggi abbiamo una sorpresa che solo il Dizionario poteva regalarci. Voi credete che l’abbreviazione “Xmas” sia un offesa mondana per togliere il nome Christ da Christ-mas? In effetti molti la pensano così.

Sicuramente non troverete mai la parola Xmas nei libri dei canti della vostra chiesa oppure nei biglietti d’auguri dei vostri amici. In effetti il termine Xmas è oggi associato al trend materialista spesso sposato dagli atei che sentono l’esigenza di desacralizzare le festività nel nome di una loro discutibilissima libertà di credo ed espressione, scusa con la quale ogni giorno si cerca sempre più invece di limitare la libertà di espressione di fede e di credo dei cristiani in tutto il mondo.

Cristogramma

Incisione archeologica di epoca romana raffigurante un Cristogramma.

Ma a parte questo, oggi potreste scoprire che invece il termine “Xmas” è molto più rispettabile di quanto potreste immaginare.

Iniziamo col dire che questa abbreviazione è da secoli utilizzata in pubblicità natalizie sgargianti e di impatto. Il suo primo utilizzo risale infatti alla metà del 1500.
La “X” si rifà alla lettera greca “chi“, la lettera iniziale della parola Χριστός. Ed ora arriva la sorpresa: la parola Χριστός di cui la X è utilizzata nell’abbreviazione “Xmas” nient’altro è che il nome di Cristo in greco! Infatti la X per centinaia di anni ha sempre rappresentato l’abbreviazione proprio del nome Cristo. Questa abbreviazione è anche conosciuta con il termine “Cristogramma“.
Invece la parola “mas” nell’inglese arcaico stà per “mass”, cioè impasto o torta. Allo stesso modoi termini Xpian e Xtian sono stati utilizzati al posto del termine “cristiani“.

 

Come vedete il mondo cerca di offuscare, desacralizzare ed occultare sempre più la fede cristiana, ma a causa della sua ignoranza non si rende conto che Cristo è in ogni cosa, anche nelle parole con cui cercano di occultarlo proprio come “Xmas”.